in

Esiste una connessione tra bassi livelli di vitamina D e sindrome premestruale?

Sindrome premestruale e vitamina D? 

Hai problemi con i sintomi della sindrome premestruale? Potrebbe essere il momento di controllare il tuo livello di vitamina D!

Uno studio interessante è appena uscito sul Journal of the Academy of Nutrition & Dietetics di questo mese sulla vitamina D e la sindrome premestruale. I risultati suggeriscono che uno stato di vitamina D inadeguato può essere associato ad un aumento della gravità di alcuni sintomi della sindrome premestruale (sebbene non tutti).

Se hai problemi con la sindrome premestruale e stai cercando una soluzione naturale che possa anche aiutarti a migliorare la tua salute generale, considera di controllare il tuo livello di vitamina D e di affrontare il tuo stato di vitamina D se trovi che è basso. Ecco perché:

La vitamina D supporta così tanti sistemi importanti nel corpo, tra cui:

  • Salute delle ossa
  • Funzione immunitaria
  • Funzione neuromuscolare
  • Modulazione della crescita cellulare
  • Riduzione dell’infiammazione

La vitamina D viene prodotta nel corpo quando la pelle è esposta alla luce solare. Ma a volte l’esposizione al sole non è sufficiente, soprattutto per quelli di noi che:

  • Vivi nei climi settentrionali
  • Ottieni poca esposizione al sole
  • Indossa molta crema solare
  • Avere la pelle più scura

Sono sempre a favore del soddisfacimento dei bisogni nutrizionali attraverso FOOD FIRST (non integratori). La vitamina D è naturalmente presente solo in pochi alimenti, tra cui:

  • Funghi!! (il mio preferito personale)
  • Pesce grasso (salmone, tonno, sgombro)
  • Tuorli d’uovo
  • Formaggio
  • Alimenti fortificati come latte, succo d’arancia e cereali per la colazione pronti per il consumo

La RDA per la vitamina D è di 600 UI per gli adulti. Se non riesci a mantenere i tuoi livelli di vitamina D in un intervallo normale attraverso l’esposizione al sole e le fonti di cibo, parla con un dietista e vedi se un integratore ha senso per te …

Dovresti essere disintossicante?

5 miti sull’alimentazione … distrutti!