in

Dovresti essere disintossicante?

Disintossicanti … sì o no?

Hai sentito parlare di succhi purificanti e disintossicanti tra i tuoi amici e la tua famiglia tutte le volte che lo faccio io?

Tra le altre diete alla moda, la pulizia del succo di limone / sciroppo d’acero / pepe di Caienna fa regolarmente il giro dei miei circoli. Capisco: il concetto di “pillola magica” è estremamente attraente. Voglio dire, chi non vorrebbe un’opportunità per “risolvere tutti i problemi di salute, ripristinare il metabolismo, disintossicare il corpo e perdere peso attraverso alcuni giorni di disagio attraverso il digiuno”, come molte diete disintossicanti sostengono di facilitare?

L’idea di “ripulire” il sistema è anche particolarmente allettante in questi giorni, poiché la tossicità infonde le nostre vite sotto forma di notizie, politica e divisioni sociali. Sono stato felice di mettere le cose in chiaro in un’intervista con la rivista Long Island Living sull’argomento per un articolo di Donna Kutt Nahas, poiché è importante che le persone conoscano l’impatto delle diete alla moda sulla loro salute e sul loro benessere.

Il concetto di disintossicazione come prendersi una pausa da qualcosa che sta influenzando negativamente la tua vita non è necessariamente “cattivo”. Per alcuni, può dare il via a un cambiamento verso abitudini di vita più sane. Ad esempio, a volte prendersi una pausa sotto forma di “disintossicazione” da cose come alcol, cibi lavorati, notizie, social media, sigarette, tempo davanti allo schermo o lavoro è un ottimo modo per promuovere la salute e l’equilibrio generale.

Per alcune persone, tuttavia, la natura estrema e restrittiva delle disintossicazioni legate alla dieta può portare a abitudini alimentari disordinate e una fissazione malsana per il cibo e conseguente eccesso di cibo e aumento di peso. Se l’obiettivo è la perdita di peso, la disintossicazione è spesso controproducente e può rendere il processo ancora più difficile da raggiungere.

Quindi chiariamo i fatti scientifici sulla disintossicazione e la pulizia in modo da concentrare le nostre energie in un modo utile piuttosto che dannoso … 

  1. Le prove scientifiche non supportano l’idea che il digiuno o la purificazione del succo siano efficaci nel disintossicare il corpo, eliminare le tossine in eccesso o promuovere la salute.
  2. Infatti, i digiuni con succhi a bassissimo contenuto calorico che includono un regime lassativo come parte del programma possono essere pericolosi e causare effetti negativi sulla salute come disidratazione, interruzione della flora intestinale, squilibrio elettrolitico e compromissione della normale funzione intestinale.
  3. Il nostro fegato, reni e polmoni sono già molto efficaci nel disintossicare il corpo e lo fanno regolarmente!
  4. Quando un prodotto, un integratore, una dieta o un servizio sembra troppo bello per essere vero o afferma che può “disintossicare” il corpo, “riequilibrare la chimica del corpo” o agire come una “pillola magica” per la perdita di peso, è una bandiera rossa.
  5. Se in passato hai fatto un succo veloce o una pulizia e scopri che ti senti effettivamente più concentrato ed energico durante e dopo, la chiarezza mentale e l’aumento di energia sono più probabilmente causati dal mangiare più verdura e frutta del solito e perché la maggior parte “disintossicante diete ”eliminano gli alimenti pesantemente trasformati che contribuiscono a sensazioni di indolenza e letargia. Non innamorarti!
  6. Per sentirti e apparire al meglio ogni giorno, vivi uno stile di vita nutrizionale composto da una varietà di cibi integrali, per lo più minimamente elaborati, ricchi di nutrienti.

Hai qualche scottante domanda o dubbio nutrizionale che posso chiarirti? Scrivimi una riga nei commenti: sfatiamo insieme alcuni miti sulla nutrizione!

Nel frattempo, se stai cercando alcune idee per combinazioni di snack salutari ricchi di fibre che ti alimenteranno per ore, dai un’occhiata al mio post Balanced Snacks for Moms e lasciati ispirare a fare uno spuntino intelligente!

Riavvio di farina d’avena: più sapore in meno tempo!

Esiste una connessione tra bassi livelli di vitamina D e sindrome premestruale?