in

Come aiutare i bambini a sviluppare un atteggiamento sano nei confronti del cibo

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Ai bambini di oggi vengono dati molti messaggi contrastanti sul cibo. Mentre sono bombardati da annunci di cibo spazzatura , da un lato, i media inviano anche messaggi malsani sulla dimensione corporea ideale . Quindi non c’è da meravigliarsi che molti genitori non siano sicuri di come parlare ai bambini del cibo. Dall’obesità al cibo schizzinoso alle dipendenze da zucchero e ai disturbi alimentari, i bambini possono sviluppare una varietà di abitudini alimentari malsane se non stai attento. Per aiutare tuo figlio a sviluppare un atteggiamento sano nei confronti del cibo, crea regole e stabilisci abitudini sane. Sii un buon modello e diventa proattivo nell’influenzare le scelte di pasto e spuntino di tuo figlio . Jennifer McDaniel , nutrizionista dietista registrata, specialista certificata in dietetica sportiva e portavoce dell’Academy of Nutrition and Dietetics condivide le strategie che usa per incoraggiare i suoi figli a sviluppare corpi sani e atteggiamenti sani nei confronti del cibo.

Incoraggia un morso “No grazie”

Chiedi a tutti di prendere almeno un boccone di ogni cibo nel piatto. Se a loro non interessa il cibo, dopo averlo preso un boccone, possono dire “no grazie” e andare avanti. L’esposizione al cibo è la chiave per l’accettazione. Un bambino potrebbe aver bisogno di provare un alimento fino a 20 volte prima di scegliere di abbracciarlo. Pertanto, è utile incoraggiare il bambino a provare più volte gli alimenti per adottare una dieta sana e varia.

Insistere su un discorso a tavola positivo

Parole come “schifo”, “schifoso” e “cattivo” non possono essere descrittori di cibo. Ciò impedisce a un membro della famiglia di influenzare il comportamento delle preferenze di un altro membro. L’obiettivo del discorso a tavola è far risuonare toni sani.

Consenti prelibatezze casuali 

Come dietista, sento spesso da altri che la mia famiglia probabilmente mangia solo cibi “sani”. Io stesso vivo secondo la regola dell’80 / 20 in cui l’80% delle mie scelte sono cibi ricchi di nutrienti e il 20% sono più cibi “a volte” o che potrebbero essere considerati prelibatezze. La chiave è che questi dolcetti sono offerti in modo casuale e non ci si dovrebbe sempre aspettare che vengano offerti dopo un pasto o dopo una partita vincente, ecc. Non c’è una grande “celebrazione” intorno a questi dolcetti, solo la divertente spontaneità di andare a prendere un gelato una notte casuale nei giorni feriali.

Rendi i pasti un affare di famiglia

I miei figli sono piccoli, ma se papà è in città, facciamo del nostro meglio per sederci insieme come famiglia a mangiare. Per le famiglie super impegnate, ciò significa che la cena potrebbe arrivare tardi per soddisfare gli impegni. Tuttavia, il valore di mangiare insieme supera il tempo o il luogo in cui mangiamo. La ricerca mostra che quando una famiglia mangia insieme, i bambini ottengono risultati migliori a scuola, sono meno coinvolti in comportamenti rischiosi e mantengono pesi più sani. Mangiare insieme come una famiglia è un momento per connettersi ed è un raro momento della giornata in cui tutti possono riunirsi in un posto solo per 20 o 40 minuti.

Prepara solo un pasto per tutti

Ciò che mamma o papà cucina per il pasto è ciò che viene servito. La cottura breve non solo prosciuga energia dal cuoco, ma non rafforza il concetto di offrire equilibrio ed esporre i bambini a nuovi cibi. Mangiare schizzinoso è un comportamento naturale, ma se il cuoco si adegua sempre creando qualcosa di separato per il palato, il mangiare schizzinoso raramente migliorerà.

Strategie da evitare

Questi interventi potrebbero inviare messaggi confusi sul cibo, che potrebbero incoraggiare tuo figlio a sviluppare abitudini malsane. È importante evitare:
  • Offrendo sempre un dolce o un dolcetto dopo un pasto. Questo può portare a modelli malsani che possono durare per tutta la vita.
  • Richiedere al bambino di mangiare tutto ciò che ha nel piatto . Un bambino dovrebbe avere il controllo di quanto mangia. Se la fai sedere a tavola finché il suo piatto non è vuoto, l’esperienza del mangiare diventerà negativa.
  • Usare il cibo come ricompensa o intrattenimento.  Se i biscotti vengono dati per premiare i bambini per aver mangiato i loro broccoli, tuo figlio inizierà a pensare che i broccoli devono essere un cibo piuttosto cattivo se devono procurarsi i biscotti perché li hanno mangiati. Insegna ai tuoi figli che il cibo ha lo scopo di alimentare i loro corpi.

I migliori corsi di cucina online per bambini

Disabilità ortopediche e studenti con bisogni speciali