in ,

Vacanze con neonato: i consigli per proteggerlo

Le ferie sono ormai alle porte e molti genitori si devono organizzare per trascorrere le proprie vacanze con neonato.

Che si voglia portarlo al mare o in montagna, il neonato ha infatti bisogno di tutta una serie di cure e accorgimenti che partono dall’abbandono dell’uscio e proseguono per tutta la durata del viaggio in famiglia.

Ma a cosa devono stare attenti i genitori che intraprendono le vacanze con neonato? Quali sono i consigli da seguire? Facciamo insieme un po’ di chiarezza 😉

Vacanze con neonato al mare

Se si sceglie di partire con il proprio neonato alla volta di una località marittima, ci sono alcune semplice regole da seguire per tutelare la sua salute.

La prima regola più importante è che il nascituro non dev’essere esposto ai raggi del sole in maniera diretta e/o durante le ore più calde della giornata.

È infatti preferibile recarsi in spiaggia nelle prime ore della giornata (tra le 7.00 e le 10.00) o nel tardo pomeriggio (dalle 17.00 in poi), evitando di portare il proprio bebé al lido durante il solleone.

Chiarita questa dinamica, ecco 4 consigli da seguire per le vacanze con neonato al mare:

  1. utilizzare crema solare con protezione totale (50)
  2. vestire il neonato con indumenti leggeri e di colori chiari
  3. fornire al nascituro un berretto leggero con la tesa larga
  4. idratarlo spesso con acqua o succo – nel caso in cui non lo si allatti al seno

Questi consigli universalmente validi possono aiutare i neogenitori alle prese con le prime vacanze a prova di neonato 🙂

Ultimo fattore a cui prestare attenzione è il bagno; gli esperti infatti sconsigliano di immergere il neonato nell’acqua, specie nelle sue prime settimane di vita, poiché l’ombelico potrebbe essere ancora in fase di cicatrizzazione.

Qualora invece si voglia rinfrescarlo, è meglio farlo bagnandolo leggermente con le mani, facendo attenzione a non fargli entrare l’acqua negli occhi o nelle orecchie.

Vacanze con neonato in montagna

Se si sceglie di partire con il proprio neonato verso la montagna, ci sono alcuni accorgimenti da utilizzare.

Innanzitutto è sconsigliabile portare il nascituro in zone montane troppo elevate, scegliendo invece di sostare sotto i 2000 metri.

L’eccessiva altitudine potrebbe infatti disturbare il neonato che, non abituato alla rarefazione dell’aria, potrebbe accusare capogiri e nausee con conseguente malessere fisico.

Chiarito questo, ecco 5 consigli per trascorrere delle vacanze montane a prova di neonato:

  1. proteggerlo dai raggi del sole con una crema protettiva totale (50)
  2. usare occhiali da sole o altri strumenti per proteggere gli occhi del proprio infante
  3. proteggere la testa del bebè con un cappellino di cotone a tesa larga
  4. evitare di esporre il bambino al sole cocente tra le 12 e le 16
  5. vestirlo accuratamente con gli indumenti adatti come giacca a vento, tutine a manica lunga in cotone e calzini

Un ultimo consiglio utile riguarda la protezione del neonato dalle punture di insetti e/o zanzare piuttosto presenti in zone boschive; onde evitare che il neonato venga punto, è opportuno che i genitori comprino in farmacia i repellenti adatti alla fascia d’età del proprio nascituro.

Sindrome premestruale o gravidanza: 5 segnali per distinguerle

I tubi auricolari sono una truffa? No, ma il tango per timpanostomia è una danza.