in

Omeopatia e zanzare

Estate arrivata e con lei pure nugoli di aggressive zanzare. Qualcuno ha la fortuna di non essere punto ma per chi ha bimbi  - e anche per gli adulti! – spesso è un inferno. Non potendo vivere dentro una zanzariera, ecco i rimedi omeopatici per non farci pungere o per alleviare la puntura dopo.

NOn so se le disinfestazioni non funzionano più o se ormai queste zanzare tigre sono diventate mutanti e riescono ad adattarsi a ogni repellente in tempo zero. Fatto è che l’estate al parchetto dei giochi è davvero un inferno. I bambini corrono, si muovono, sono tutti sudati ma noi mamme – che siamo pigramente accasciate sulle panchine all’ombra – siamo davvero vittime e bersagli succulenti per la miriade di zanzare che c’è lì.

Credo proprio che nei parchetti ci siano delle colture specifiche. NOn credete?

Ebbene, i rimedi ci sono solo che bisogna ricordarsi di utilizzarli ­čÖé

Per non farsi pungere bisognerebbe assumere dal mese di aprile-maggio le palline omeopatiche di LEDUM PALUSTRE. Pare che facciano sì che le zanzare non si avvicinino nemmeno. Chi ha la costanza di farlo, mi dice che funziona benissimo.

Oppure c’è anche la lozione spray (eco-friendly ovviamente) sempre di Ledum Palustre. È una specie di bomboletta bianca e verde da spruzzare alla bisogna.

Se invece siamo già stati punti, io mi trovo molto bene con lo ZANZAKER. Tutto naturale ed omeopatico, allevia davvero il fastiidio del prurito e soprattutto fa sparire la punturina. È un flaconcino roll on che tengo sempre in borsa. Lo consiglio anche a voi. Funziona!

Regali di Natale per bambini ecosostenibili, biologici, economici

Come affrontare il travaglio