in

Aiuto! Crescere un bambino e mantenere gli amici mi sta stressando a morte.

Un nuovo papà chiede a The Goodfather se può mettere in attesa i suoi amici mentre si sistema con il nuovo bambino.

Buon padre,

Ho un bambino di tre mesi e la vita è piuttosto bella. Io e mio marito amiamo il nostro piccolino. Siamo totalmente ossessionati da lui, il nostro matrimonio è florido, siamo davvero bravi in ​​questa cosa del nutrimento e il nostro bambino è sano e carino. Non sono mai stato più felice. 

I miei amici, tuttavia, pensano che manchi qualcosa nella mia vita. Vale a dire, loro. Un certo numero di miei amici ha inviato e-mail, SMS, chiamato e commentato su Facebook che vogliono vedermi di più. Ma è così tanto sforzo e ora non è il momento. Devi mettere in ordine, aggirare gli orari del pisolino, dare da mangiare agli amici e al bambino e pulire dopo di loro (gli amici fanno casino, non c’è niente da fare). Inoltre, la mia vita è così dannatamente perfetta, voglio essere un po’ egoista e godermela. 

Mi sbaglio?

Solitario a San Diego

In superficie, sembrerebbe che tu abbia la situazione ideale: tuo figlio ha genitori devoti e tu hai amici devoti. C’è una vera cornucopia di devozione che trabocca sulla tavola della tua vita. Detto questo, sembra che tu stia esagerando con l’eccesso di devozione. I tuoi amici vengono esclusi e sia da un punto di vista emotivo che tattico non andrà bene per te a lungo termine. Devi avvicinare i tuoi amici. Come mai? Perché sembri un asino egoista e ingrato. Ma anche perché tenere gli amici a debita distanza potrebbe allontanarti in futuro quando avrai più che mai bisogno del loro sostegno.

È importante dire che ciò che senti è completamente naturale. Certo, vuoi passare questo tempo con tuo figlio e tuo marito. Vuoi proteggerti da un mondo altrimenti freddo e indifferente ed esistere nel caldo bagliore dell’amore che nutre e della meraviglia del tuo nuovo bambino. Onestamente, puoi trovare una grande soddisfazione nell’adorabile mondo dei genitori che hai creato. E in nessun modo voglio rovinarti le buone vibrazioni, ma se non lo senti da me ora, sarai sventrato quando lo scoprirai da solo: le cose cambiano, incluso tuo figlio, il tuo rapporto con il tuo ragazzo e anche il tuo matrimonio.

Questo cambiamento non è sempre negativo, ovviamente. In effetti, molte volte il cambiamento è un prodotto della crescita personale. Ciò non lo rende meno difficile. E credimi quando ti dico che mentre il tuo mondo può sembrare una pubblicità di pannolini soft-focus ora, quei pannolini alla fine si riempiono di merda. E quando colpisci quegli inevitabili momenti difficili. Vorrai avere degli amici. E se continui sul tuo corso attuale? Beh, non ci saranno, ragazzo.   

Sì, sono passati tre mesi. Se consideri quel periodo come consideriamo il congedo parentale negli Stati Uniti, è una quantità di tempo abbastanza decente per rilassarti con il tuo bambino. Ma a che punto deciderai di rompere l’incantesimo? Cinque mesi? Sei? Un anno? Per quanto tempo i tuoi amici continueranno a chiederti di impiccarti?  

Sei in grave pericolo di fare della genitorialità la totalità della tua identità. Se ciò accade, a un certo punto soffrirai di una crisi di identità distinta e dolorosa, perché alla fine perderai quei preziosi momenti della tua vita in cui una volta trovavi così tanto piacere. Ecco perché hai bisogno dei tuoi amici. Hai bisogno di entrambi come una sorta di DMZ sociale, che ti offre un posto dove sviluppare un’identità separata dalla tua identità di genitore, e ne hai bisogno come gruppo di supporto quando le cose vanno male. 

Non voglio che abbandoni la meraviglia genitoriale che hai trovato. Sarebbe sciocco. In effetti, ti incoraggerei a tenerlo il più a lungo possibile. Voglio solo che tu trovi anche un modo per invitare i tuoi amici all’interno del cerchio di calore che hai coltivato.

Ti ascolto perfettamente quando dici che gli amici possono essere distruttivi per la vita familiare. Ma, guarda, ci saranno molte interruzioni nella vita familiare, che ti piaccia o no. Gli amici, almeno, saranno una rottura volontaria e piacevole. 

Naturalmente, ci sono diversi livelli di interruzione. I messaggi sono meno dirompenti delle telefonate sono meno distruttivi del trovarsi faccia a faccia. Ed è quello che vogliono i tuoi amici: vogliono VEDERTI. Puoi e dovresti permettere che ciò accada. Ma soprattutto, questo non significa organizzare una cena. Non significa consegnare il bambino a tuo marito e uscire a farsi fottere. Puoi trovarti faccia a faccia con i tuoi amici in modi che non faranno deragliare la tua vita familiare. 

Ecco una cosa che so: i tuoi amici che ti sono devoti e bramano la tua presenza saranno anche dannatamente entusiasti di tuo figlio, che dopotutto è una parte di te. Fai sapere loro che vorresti vederli anche tu, ma che avrai bisogno del loro aiuto per la logistica. Potrebbero dover visitare, in silenzio, durante il pisolino. Potresti chiedere che vengano ad aiutarti a preparare la cena e a restare in giro per un pasto. Potresti offrire che si uniscano a te e tuo figlio in una passeggiata nel quartiere o in una gita al parco. L’idea non è quella di cambiare la tua vita per soddisfare i loro desideri, ma di incorporare i tuoi amici nella tua vita nel miglior modo possibile. Il trucco è farli sentire parte della famiglia e come zia o zio di fatto sviluppare un senso di investimento personale nei risultati della tua famiglia. 

Ma affinché funzioni, quando gli amici vengono a trovarti, assicurati anche di essere un po’ curioso della loro vita. Non si tratta di coinvolgerli in modo da poterti vantare di quanto sia più bella la tua vita familiare nutriente rispetto allo squallore della loro vita senza figli. Stai presentando ai tuoi amici la tua nuova vita perché vuoi mostrare loro i modi in cui possono interagire in modo produttivo con te e la tua famiglia. Si tratta di costruire una comunità. E alle persone, di regola, piace far parte di una comunità. 

E credimi quando ti dico che prima o poi vorrai avere quella comunità. Un amico che hai bloccato per cinque mesi probabilmente non sarà particolarmente motivato a venire a guardare tuo figlio per un paio d’ore in modo da poter andare a un appuntamento. Un amico che hai tenuto a bada non sarà pronto a mollare tutto quando avrai bisogno di incontrarti per un drink per rilassarti dopo una brutta giornata da genitore.  

Aspetto. Hai abbastanza devozione per andare in giro. E onestamente, incontrare il tuo amico a metà non deve essere un lavoro ingrato. Sono tuoi amici perché ti piacciono e a loro piaci. Avere un bambino non ha cambiato questo… a meno che tu non lo permetta. Quindi porta i tuoi amici a bordo. Avrai bisogno di loro un giorno.  

Basta con il succo di frutta e il Gatorade. Basta dare già acqua ai bambini

C’è un’enorme vendita sugli articoli essenziali per bambini in questo momento