in

Nato per correre: quanto è giovane per correre una gara?

Consigli per quando tuo figlio ha preso il bug in esecuzione

Non c’è dubbio che l’attività fisica è salutare e fa bene ai bambini. Ma se la corsa è lo sport preferito di tuo figlio, non c’è una risposta univoca quando si tratta di quale sia l’età giusta per provarlo.

La buona notizia, secondo Gary Calabrese, DPT, Senior Director of Sports Therapy, è che se tuo figlio è quello eccitato e chiede (o supplica) di correre, lascia che sia lui. Tieni solo alcune linee guida generali di sicurezza:

  • Correre dovrebbe essere divertente. Il fattore più importante è che il bambino mostri il proprio entusiasmo e motivazione per correre o partecipare a una gara. Non costringere mai un bambino a fare qualsiasi tipo di attività fisica faticosa per un periodo di tempo prolungato (scusa, i bambini, la lezione di ginnastica e il taglio del prato non contano!)
  • Una buona tecnica e forma è fondamentale. Più piccolo è il bambino, più forte dovrebbe essere l’accento sulla forma e sulla tecnica. Prendi in considerazione la possibilità di far valutare la forma di tuo figlio da un professionista e cerca prima una visita pediatrica con un medico di medicina dello sport per essere autorizzato per l’idoneità. Questo è essenziale per prevenire lesioni , soprattutto se continuano a correre fino all’adolescenza.
  • Più piccolo è il bambino, minore dovrebbe essere la distanza. Il livello di forma fisica e lo sviluppo fisico sono due fattori a cui i genitori dovrebbero pensare se il loro bambino vuole correre. Più piccolo è il bambino, più rapidi sono gli scatti di crescita e più il bambino ha bisogno di riprendersi.
  • Non esiste un programma di corsa valido per tutti i bambini. I piani di allenamento 5K per adulti non sono in genere pensati per i bambini, quindi l’attività sovrastrutturata può avere un impatto negativo sul normale modello di crescita di un bambino. Dovrebbe esserci una combinazione di attività regolari (come praticare altri sport e con altri bambini) e corsa. I bambini non sono adulti, quindi non aspettarti che mantengano un programma di allenamento per adulti.

Distanze ed età

I corpi dei bambini stanno ancora cercando di capire i meccanismi del movimento e della coordinazione. Considera queste linee guida sull’età se tuo figlio sta implorando di correre o partecipare a una gara:

Bambini di 7 anni e sotto
Cerca “fun run” o gare tra 1 e 2 miglia o una corsa di 100 yarde. Queste dovrebbero essere brevi tirature, non lunghe o estese. L’allenamento per questa fascia di età dovrebbe durare uno o due giorni alla settimana. Il tempo di gara non dovrebbe essere importante per questa fascia di età.

I normali cambiamenti di sviluppo delle Tweens di età compresa tra 8 e 12 anni consentono loro di adattarsi a un allenamento più lungo. Questa è una fascia d’età appropriata per partecipare in sicurezza a una 5K (3,10 miglia). L’allenamento dovrebbe durare circa tre o quattro giorni alla settimana.

Ragazzi dai 13 ai 15 anni Gli adolescenti più giovani possono tranquillamente tentare la 10K (6,2 miglia) o una mezza maratona (13,1 miglia). L’allenamento può essere a giorni alterni, o anche tutti i giorni, purché ci sia un tempo di recupero appropriato.

Ragazzi dai 16 ai 18 anni
La maggior parte delle maratone ha un’età minima richiesta. Il minimo è in genere tra i 16 ei 18 anni e può richiedere il consenso dei genitori. Le gare più piccole potrebbero avere requisiti di età inferiore, quindi assicurati di controllare prima di impegnarti nella gara.

Abitudini e benefici per tutta la vita

“Nessuno è d’accordo su quanto si dovrebbe correre esattamente quando i bambini sono piccoli, ma una cosa su cui siamo tutti d’accordo è che l’attività è importante”, afferma Calabrese.

E non è solo l’attività fisica a essere un vantaggio per i bambini coinvolti nella corsa. Certo, quella parte è fantastica. Ma può anche aiutare il bambino a sviluppare uno stile di vita sano , soprattutto in seguito. La corsa spesso va di pari passo con l’alimentazione, come pensare a cosa è bene mangiare prima, durante e dopo un allenamento.

La corsa è anche un buon modo per i bambini di imparare a stabilire obiettivi e spingersi in modo sicuro, osserva Calabrese. Può aiutare con fiducia sia a breve che a lungo termine perché possono vedere miglioramenti e raggiungere obiettivi.

Un’occasione per passare del tempo insieme

Se tuo figlio vuole correre, considerala un’opportunità per trascorrere del tempo insieme e un’opportunità anche per te di fare un po’ di attività fisica.

“Consiglio ai genitori di andare in bicicletta mentre il bambino fa jogging”, dice Calabrese. “Oppure porta il bambino in una pista o in un grande parco all’aperto in modo da poterlo guardare. O meglio ancora, cammina o corri con loro.

E poiché la distanza e il tempo non dovrebbero essere un fattore, dovresti sempre essere in grado di vedere tuo figlio correre.

Usa questo come un’opportunità per raggiungere obiettivi insieme e per legare, dice Calabrese.

I genitori che sono già corridori devono solo essere consapevoli della richiesta che il loro attuale livello di forma fisica giocherà sul bambino. I bambini non sono adulti, quindi non aspettarti che stiano al passo con te.

Infine: tieni presente che la motivazione è fondamentale per tuo figlio. Non dovresti trascinarli fuori per andare a correre solo perché ti piace. Deve essere un ambiente divertente e senza pressioni.

Quando le “guance screpolate” di tuo figlio possono effettivamente essere una comune infezione infantile

Senti senti! Come proteggere le orecchie di tuo figlio dalla perdita dell’udito indotta dal suono