in

Come scegliere il miglior casco da bicicletta per il tuo bambino?

Importanti informazioni sulla sicurezza e consigli degli esperti

Sappiamo tutti che per mantenere i nostri bambini al sicuro sulle loro biciclette , hanno bisogno di indossare il casco. Ma hai problemi a far rispettare questa regola? E come fai a sapere quando tuo figlio ha davvero il casco giusto, con la giusta vestibilità? Il pediatra Richard So, MD , ha suggerimenti su entrambi i fronti per aiutarti a rifornire la tua cassetta degli attrezzi genitoriale.

Perché i bambini hanno davvero bisogno di indossare il casco

I giovani sembrano particolarmente inclini agli infortuni in bicicletta. I bambini, dai 5 anni in su, così come i giovani adulti hanno i più alti tassi di infortuni legati alla bicicletta, secondo i Centers for Disease Control . Rappresentano quasi il 60% di tutti gli infortuni legati alla bicicletta che finiscono nei dipartimenti di emergenza degli Stati Uniti.

Indossare un casco può ridurre il rischio di lesioni alla testa del bambino fino all’85%. Si noti che la maggior parte delle lesioni legate agli incidenti in bicicletta coinvolgono la testa e il viso di un ciclista, il che rende un casco vitale per la sicurezza.

Aiuta a far salire a bordo i tuoi bambini indossando il casco da bici

Ecco alcuni suggerimenti per incoraggiare i bambini a indossare il casco:

  • Inizia presto.  Quando i bambini iniziano l’abitudine di indossare il casco presto, tendono a continuare. Tutti i ciclisti, compresi quelli che guidano un triciclo, dovrebbero indossare il casco da bicicletta.
  • Coinvolgi i bambini nella scelta del casco.  Finché il casco si adatta correttamente, lascia che il tuo bambino scelga il suo casco. Saranno più propensi a indossare un casco se lo scelgono.
  • Fai un esempio.  Gli adulti dovrebbero indossare un casco da soli quando vanno in bicicletta per incoraggiare i bambini a fare lo stesso.

Prima di acquistare, controlla i caschi da bicicletta per questo adesivo di sicurezza

Cerca l’adesivo del Comitato per la sicurezza dei prodotti di consumo (CPSC) all’interno del casco. Questa etichetta o adesivo garantisce che il casco fornisca un alto livello di protezione in caso di impatto.

La legge richiede che i caschi prodotti dopo il marzo 1999 soddisfino lo standard CPSC. Il casco soddisfa anche lo standard se vedi queste etichette: “ASTM”, “ANSI” e “Snell” – standard di sicurezza volontari in vigore prima del 1999.

Buone notizie per i genitori: più costoso non significa più sicuro

“Ci sono prove che la protezione di un casco economico è buona per la protezione dagli impatti quanto un casco costoso”, afferma il dott. So.

Il  Bicycle Helmet Safety Institute ha  inviato sei modelli di caschi a un laboratorio di prova negli Stati Uniti: tre caschi costavano più di 150 dollari e tre costavano meno di 20 dollari. I risultati del test di impatto, così come le prestazioni, sono stati praticamente identici tra tutti i caschi, indipendentemente dal prezzo.

Ciò che sembrava distinguere i caschi nei prezzi era una vestibilità più semplice, più prese d’aria e scelte di grafica. Questa è una buona notizia per i genitori che possono scegliere un buon prezzo senza preoccuparsi di sacrifici in termini di sicurezza.

Cosa considerare prima di utilizzare caschi di seconda mano

Se si considera un casco usato o di seconda mano, non acquistare o utilizzare mai un casco rotto o con crepe. Inoltre, non vuoi un casco che ha subito un incidente.

Tieni presente che i caschi usati o più vecchi potrebbero presentare crepe che non puoi vedere e potrebbero non soddisfare gli attuali standard di sicurezza se fabbricati prima del 1999.

Come sapere se il casco da bicicletta di mio figlio si adatta davvero?

Controlla queste cose quando tuo figlio indossa il casco da bicicletta:

  • Quando il bambino allaccia il sottogola, il casco dovrebbe avere una vestibilità aderente ma confortevole. Assicurati che le cinghie del casco siano uniformi e che formino una “Y” che si unisca proprio nella parte inferiore del lobo dell’orecchio.
  • Se provi a spostare il casco da un lato all’altro o su e giù, dovrebbe rimanere aderente.
  • Quando tuo figlio apre la bocca, dovrebbe sentire il casco abbassarsi sulla sua testa.
  • Il casco deve essere posizionato a livello della testa del bambino (non inclinato all’indietro!) e appoggiato in basso sulla fronte.
  • Controlla che il bordo inferiore del casco sia a una o due dita sopra il sopracciglio.
  • Con il casco allacciato saldamente, prova il tuo bambino e chiedi se può ancora vedere e sentire chiaramente.

Un’altra tecnica per verificare il corretto posizionamento è questa: il tuo bambino dovrebbe vedere il bordo del casco quando guarda in alto.

Cosa fare se si hanno problemi a montare il casco da bicicletta

Un altro modo per personalizzare la vestibilità di un casco da bicicletta è considerare l’imbottitura interna. I caschi da bicicletta sono disponibili in diverse dimensioni e con diversi spessori di imbottitura interna per una vestibilità personalizzata.

Per ottenere una perfetta aderenza, posizionare le imbottiture interne nelle aree in cui c’è spazio tra la testa del bambino e il casco lungo la parte anteriore, posteriore e/o i lati del casco. Dovresti posizionare le imbottiture in modo uniforme intorno all’interno del casco.

Se il casco non risulta aderente dopo aver regolato le imbottiture e quando le cinghie sono allacciate correttamente, provare a regolare nuovamente le imbottiture o provare un altro casco.

Se hai ancora problemi, chiedi a un venditore di aiutarti. Tieni presente che un casco correttamente montato e allacciato rimarrà sulla testa del tuo bambino nonostante qualsiasi grado di torsione o trazione.

Considera altri usi per i caschi da bicicletta

I bambini possono anche indossare caschi da bicicletta durante il pattinaggio in linea o il pattinaggio a rotelle.

Gli skateboarder o i pattinatori che eseguono acrobazie potrebbero voler cercare caschi progettati specificamente per queste attività e che soddisfino gli standard di sicurezza per questi sport. Questi caschi coprono più della testa, in particolare la parte posteriore della testa.

L’ansia di tuo figlio: quando preoccuparsi, quando rilassarsi

Quali sono le cause dell’ADHD? È genetica o la tecnologia è un fattore?