in

Rimedi naturali contro la sindrome da attenzione (ADHD)


Fitoterapia e bambini: contro i disturbi dell’attenzione arriva il lievito plasmolisato con erbe ottenuto con il metodo Strath. Nuova speranza per evitare gli psicofarmaci ai piccoli.

Ho trovato questa notizia e ve la passo perché mi sembra importante visto l’aumento di questo disturbo nei piccoli italiani.

Una ricerca svizzera ha dimostrato l’efficacia di un preparato a base di lievito plasmolisato in coltura con erbe nella cura della Sindrome ADHD.
In Italia  il 9,1% dei bambini in età pediatrica soffre di disturbi psichici e almeno l’1,5% manifesta sintomi riconducibili alla Sindrome ADHD, ovvero la Sindrome di Iperattività e Deficit di Attenzione.


Uno studio pubblicato dalla rivista svizzera Pädiatrie (1/2006), svolto dall’immunologo clinico Peter W.Joller in collaborazione con l’Università di Zurigo e il Centro Ospedaliero del Canton Vallese, dimostra l’efficacia della fitoterapia  – in particolare dell’assunzione di un preparato a base di lievito plasmolisato e piante – nella cura di questo tipo di disturbi infantili, in controtendenza rispetto al ricorso sempre più frequente al trattamento con psicofarmaci.
Nell’arco di otto mesi sono stati esaminati 26 bambini affetti da Sindrome ADHD, a cui è stato somministrato, per tre volte al giorno, un cucchiaino da caffè di un preparato a base di lievito plasmolisato con erbe secondo il metodo Strath, una tecnica fisico-enzimatica che plasmolizza cellule di lievito nutrite con piante. L’82.9% dei risultati dei test effettuati ha dimostrato miglioramenti comportamentali significativi per due terzi dei bambini esaminati. I pazienti hanno beneficiato degli effetti dell’assunzione del preparato, in particolare per quanto riguarda i parametri attenzione e concentrazione. Inoltre, nell’ambito dell’intero studio non sono stati notificati effetti collaterali indesiderati.
La ricerca dimostra dunque l’efficacia di una metodologia di prevenzione e trattamento dei disturbi dell’attenzione meno invasiva rispetto all’utilizzo di psicofarmaci. L’associazione dei 61 micronutrienti  biodisponibili agisce sui  disturbi comportamentali con riduzione della distrazione, dell’aggressività, dell’impazienza e della stanchezza”.

Non sarà omeopatico però sicuramente meglio degli psicofarmaci, che ne dite?

Il giocattolo giusto

Ci mancava lo sfogo da calore