in

Yoga in gravidanza: benefici e consigli

Durante il periodo della gestazione è necessario prendersi cura di sé stesse e del proprio corpo, oltre che della salute del bambino, una soluzione interessante è sicuramente quella offerta dallo Yoga in gravidanza.

Fare Yoga in gravidanza prevede diversi benefici, infatti, permette di rilassarsi, di stare meglio, e di mantenere anche una migliora muscolatura, esercitando anche il pavimento pelvico in modo da agevolare il parto naturale.

Proprio per i vantaggi dello yoga durante il periodo della gravidanza oggi è possibile vedere un aumento dei corsi dedicati alle donne in gestazione.

Ci sono diversi corsi che si possono seguire insieme ad altre donne in gravidanza, in modo tale da condividere anche dei bei momenti e trovare un supporto concreto durante questo periodo così particolare.

Come giocando su vari slot senza deposito, così lo yoga in gravidanza è ricco di vantaggi benefici per le donne. Ma vediamo insieme quali sono i benefici primari di questa pratica meditativa e fisica.

I benefici dello yoga durante la gravidanza

Lo yoga durante il periodo di gestazione ha innanzi tutto dei vantaggi sull’organismo, infatti, questo è considerato utile contro sensazioni negative quali: la stipsi e la nausea.

Non solo, permette anche di eliminare e prevenire problematiche come ad esempio la ritenzione idrica che agisce negativamente sul benessere delle gambe, e farle avvertire più gonfie e pesanti.

Lo yoga è considerato anche un vero e proprio toccasana per la muscolatura, migliora la flessibilità e la forza dei muscoli andando così a diminuire le possibilità di incorrere in problematiche post parto come ad esempio: prolassi dell’utero dopo il parto, rilassamento muscolare.

I benefici di questa disciplina incidono positivamente anche su altri aspetti come ad esempio: una maggiore mobilità articolare, un bacino più mobile e in grado di agevolare il parto naturale. Imparando a controllare il respiro si riesce ad affrontare anche il parto con maggiore serenità.

Non solo: lo yoga unisce la pratica fisica a quella della meditazione, per questo motivo è considerato ottimale per supportare il benessere psicologico, andando a limitare sbalzi d’umore, ansia e stress.

3 esercizi consigliati durante la gravidanza

Ci sono degli esercizi che si presentano più congeniali rispetto ad altri durante il periodo della gravidanza.

Un esercizio ottimale è quello della montagna. La posizione della Montagna è perfetta per il periodo della gravidanza perché aiuta a migliorare la propria autoconsapevolezza, supporta una postura migliore e riesce a rafforzare le cosce.

La posizione del guerriero viene spesso consigliata per riuscire a rendere le gambe più robuste e al contempo rafforza anche le braccia, e aiuta a migliorare i muscoli della schiena in questo modo si riesce a sopportare meglio il peso del feto.

La posizione del riposo del Buddha è consigliata invece per riuscire a migliorare l’elasticità del proprio perineo, andando così a migliorare il benessere della zona anche durante il parto.

Consigli per lo yoga in gravidanza

Come accennato, lo yoga in gravidanza è consigliato, però bisogna comunque fare attenzione e prendere degli accorgimenti quando si sceglie di praticarlo. Innanzi tutto, molto dipende dal tipo di gravidanza che si sta portando avanti, quindi è sempre consigliabile chiedere consiglio al proprio medico curante per essere certe che lo yoga possa essere praticato senza particolari problematiche.

Se non si è mai praticato yoga è meglio optare per un corso dedicato alle donne in gravidanza. In questo modo si avrà la possibilità di apprendere in modo corretto quali sono le posizioni migliori da seguire evitando una pressione e movimenti complessi o comunque sconsigliate in questo periodo.

In ogni caso, se il medico da il via libera, si consiglia di praticare yoga almeno due volte a settimana per riuscire ad apprezzarne al meglio i benefici.

 

Baby shower: come organizzare il party nascita perfetto

I libri da leggere durante il periodo della gravidanza