in

Trattare i sintomi dell’influenza allo stomaco di tuo figlio

Dai ai tuoi figli molti liquidi per prevenire la disidratazione

Il termine “influenza intestinale” può creare confusione. Non ha nulla a che fare con il virus dell’influenza o l’influenza regolare che può causare tosse, naso che cola, febbre e dolori muscolari. Di solito si riferisce a un virus, spesso un norovirus o rotavirus, e include sintomi come diarrea e vomito .

Dal momento che l’influenza dello stomaco ha davvero nulla a che fare con l’influenza, l’influenza, o il  vaccino antinfluenzale , è probabilmente meglio chiamarla con il suo vero e proprio nome- gastroenterite . I bambini piccoli, in particolare sotto i 5 anni, sono ad alto rischio e si stima che siano responsabili di 1,5 milioni di visite ambulatoriali e 200.000 ricoveri ogni anno .

Cause

La gastroenterite può essere causata da virus, batteri o parassiti, sebbene i virus siano la causa principale. Questi casi sono chiamati  gastroenterite virale , anche se potresti anche sentirlo chiamare  gastroenterite acuta . Acuto significa che i sintomi compaiono rapidamente.

Norovirus e rotavirus sono i due tipi di virus responsabili della maggior parte dei casi di gastroenterite virale. Secondo il manuale Merck , il norovirus è più comune negli Stati Uniti e il rotavirus il più comune in tutto il mondo. In alcuni casi, l’astrovirus o l’adenovirus possono essere responsabili.

Questi virus si diffondono da una persona infetta a un’altra. I bambini sono spesso esposti a loro a scuola, all’asilo nido e in altri luoghi pubblici, comprese le piscine. Si diffonde comunemente attraverso il lavaggio improprio delle mani dopo aver usato il bagno o da persone che si prendono cura di loro che non si lavano le mani dopo aver cambiato i pannolini o svolto attività simili. Il virus può vivere su giocattoli, libri o cibo e infettare il bambino successivo. Anche starnuti e sputi possono diffondere il virus.

La gastroenterite batterica può essere causata da E. coli, salmonella e altri batteri da cibi o bevande contaminati, inclusa l’acqua. Può anche essere contratto toccando animali – principalmente anfibi, uccelli e rettili – che contengono i batteri.

L’acqua contaminata è una delle principali cause di gastroenterite da parassiti e tossine chimiche, come arsenico, cadmio, piombo e mercurio. Alcuni farmaci possono avere la diarrea come effetto collaterale e questo può trasformarsi anche in gastroenterite.

Sintomi

Vomito e diarrea sono i due sintomi principali della gastroenterite virale. Altri sintomi possono includere:

  • Nausea
  • Febbre bassa
  • Crampi addominali
  • Mal di testa
  • Scarso appetito

Questi sintomi dell’influenza gastrica possono iniziare uno o due giorni dopo essere stati esposti (il periodo di incubazione) a qualcun altro che è malato di virus dell’influenza gastrica. Può durare da uno a 10 giorni, a seconda del virus che lo causa. Ad esempio, il rotavirus può durare da cinque a sette giorni mentre il norovirus in genere durerà solo da uno a tre giorni.

Sintomi meno comuni dell’influenza gastrica possono includere brividi e dolori muscolari.

I bambini che hanno diarrea o vomito eccessivi o che non sono in grado di bere abbastanza liquidi possono anche sviluppare sintomi di disidratazione , la preoccupazione principale con l’influenza dello stomaco. I segni di lieve disidratazione a cui prestare attenzione includono:

  • Una bocca e una lingua umide
  • Produzione di urina da normale a leggermente ridotta
  • Perdita di peso inferiore al 3%
  • Estremità calde

È particolarmente importante prestare attenzione ai segni di grave disidratazione, incluso il bambino che diventa letargico, irritabile o apatico. I neonati sono particolarmente inclini a una grave disidratazione e hanno bisogno di consultare immediatamente un medico. Cerca questi segni nei bambini:

  • Niente lacrime quando si piange
  • Un punto debole incavato sulla testa
  • Occhi o guance infossati
  • Bocca asciutta
  • Urina ridotta (3 ore o più senza pannolino bagnato)
  • Energia ridotta

Trattamenti

Come per molte altre infezioni virali, non esiste una “cura” specifica per l’influenza intestinale. E i virus dello stomaco non saranno influenzati in un modo o nell’altro da un vaccino antinfluenzale poiché non è un vero ceppo di influenza. Esistono, tuttavia, due vaccini disponibili per prevenire il rotavirus che il pediatra può raccomandare durante una vaccinazione infantile.

Quando un bambino ha l’influenza intestinale, la cura è mirata maggiormente a prevenire la disidratazione e include trattamenti di routine per vomito e diarrea, questo include la somministrazione di liquidi, ovviamente, ma significa anche evitare cose che potrebbero peggiorare il vomito o la diarrea.

I farmaci antidiarroici di solito non sono raccomandati. Gli antibiotici di solito non sono un trattamento efficace, poiché la maggior parte dei disturbi di stomaco di questa natura sono causati da virus e non da batteri.

Concentrati prima su come convincere tuo figlio a bere molti liquidi in modo che non si disidrati. Una volta che stanno trattenendo i liquidi, puoi riportarli alla loro dieta regolare.

Per un breve periodo, ad alcuni genitori piace limitare i propri figli alla cosiddetta dieta BRAT: banane, riso, salsa di mele e pane tostato. Poiché questi cibi ricchi di amido sono costipanti, possono aiutare ad alleviare la diarrea. Ma la dieta BRAT è molto povera di sostanze nutritive e non dovrebbe essere utilizzata a lungo termine.

Oltre a limitare la dieta di un bambino, un altro malinteso comune quando si tratta la diarrea è che Pedialyte o altre soluzioni elettrolitiche faranno scomparire la diarrea. Tuttavia, Pedialyte non è una cura per il rotavirus e altre cause di diarrea. Invece, aiuta solo a prevenire la disidratazione del bambino.

L’unica volta in cui è consigliato Pedialyte è quando un bambino ha molto vomito. Anche in questo caso, si consigliano quantità molto piccole: tra un cucchiaino o un cucchiaio, ogni cinque o dieci minuti fino a quando il bambino non mantiene i liquidi. Puoi quindi far avanzare lentamente quanto sta bevendo mentre vomita di meno e alla fine ricominciare a seguire la sua dieta normale come tollerato.

Una parola da Verywell

In generale, l’influenza gastrica è un’infezione che deve semplicemente passare e in genere lo fa senza complicazioni. La disidratazione è la preoccupazione più grande, quindi mantieni i tuoi figli idratati e fai attenzione ai segni di disidratazione. Se noti uno di questi, consulta subito il medico. È anche una buona idea chiamare il loro ufficio per un consiglio ogni volta che tuo figlio ha sintomi di influenza intestinale, solo per essere al sicuro.

Sintomi della malattia della bocca del piede della mano

Come affrontare un bambino che vomita