in

Spiegazione delle linee guida sul coronavirus dell’American Academy of Pediatrics

L’AAP, l’organo di governo per i pediatri in America, ha una guida per medici e genitori.

L’unico lato positivo di questa pandemia è che il nuovo coronavirus non è particolarmente virulento per i bambini. Il primo sguardo alla popolazione sotto i 18 anni negli Stati Uniti mostra che, come hanno scoperto in Cina, i tassi di ospedalizzazione dei bambini e i sintomi gravi sono molto inferiori a quelli degli adulti. L’unica eccezione può essere costituita dai neonati, per i quali esistono dati porosi. Tuttavia, una pandemia non ha solo un impatto sulla salute, ma scuote le fondamenta del sistema sanitario, esponendo bambini e genitori a un rischio maggiore che i bambini con disturbi grandi e piccoli non ricevano le cure di cui hanno bisogno. Questo è il motivo per cui organizzazioni come l’American Academy of Pediatrics (AAP), l’organo di governo dei pediatri negli Stati Uniti, sono così cruciali. Le loro linee guidapuò salvare vite, se implementato in modo uniforme. Quindi cosa sta dicendo l’AAP ai pediatri in questo momento? Un sacco. Ecco cosa devono sapere i genitori.

Bene visite

Le linee guida AAP per le visite ai pozzi sono flessibili per adattarsi al numero di infezioni in un’area locale. Ecco le modifiche alla pratica quotidiana che incoraggiano a considerare gli uffici pediatrici:

  • I pediatri possono scegliere di condurre le visite mediche solo per i neonati e per i neonati e i bambini più piccoli che necessitano di vaccinazioni e di riprogrammare le visite mediche per quelli nella mezza infanzia e nell’adolescenza a una data successiva.
  • I pediatri possono scegliere di limitare le visite di benessere alla mattina presto, riservando il resto della giornata alle visite dei malati.
  • I pediatri sono incoraggiati a dedicare stanze specifiche per le visite dei malati e delle visite sanitarie; o per quelli con più siti di pratica di considerare l’utilizzo di un ufficio per vedere tutte le visite ai pozzi (personale di quelli nelle categorie di rischio più elevato).
  • I pediatri possono scegliere di aumentare la loro capacità di fornire telemedicina.

Cosa significa questo per i genitori? Aspettati che il tuo check-up annuale venga posticipato e che la maggior parte delle visite di routine venga annullata o effettuata tramite la telemedicina . Le eccezioni saranno per i neonati e le vaccinazioni. Anche le vaccinazioni dovrebbero procedere nei tempi previsti, come di solito accade per i bambini di età inferiore ai 5 anni e intorno agli 11 anni. “Chiunque abbia bisogno di vaccinazioni dovrebbe assolutamente entrare”, afferma Ashlesha Kaushik , un medico pediatrico di malattie infettive e portavoce del Accademia americana di pediatria.

Se hai bisogno di andare in ufficio, potresti dover affrontare ulteriori precauzioni progettate per proteggere la tua famiglia. Le visite al pozzo possono essere programmate solo durante la mattinata e la clinica può avere stanze separate per le visite di malattia e di benessere. Se il tuo provider utilizza più uffici, potrebbe dedicarne uno esclusivamente alle visite ai pozzi. Un fornitore probabilmente ti porterà direttamente in una stanza privata in modo da non dover indugiare nella sala d’attesa. Secondo le linee guida dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, tu e tuo figlio dovreste coprirvi il viso con una maschera di stoffa. Lavati spesso le mani e stai a sei denti di distanza dagli altri quando possibile.

Visite per malati (non COVID-19)

L’AAP non ha linee guida specifiche su cosa fare se tuo figlio è malato di una malattia diversa da COVID-19, come un’infezione all’orecchio o un virus allo stomaco. Tuttavia, raccomandano di tenere tuo figlio fuori dal sistema medico, se possibile. Kaushik consiglia di chiamare il pediatra in caso di dubbi sulla salute di tuo figlio. “Nella modalità del distanziamento sociale, non vogliamo lasciare sole le famiglie”, afferma. “I genitori dovrebbero chiamare il pediatra se sono preoccupati per qualcosa, che si tratti di sintomi che pensano siano correlati al COVID o a qualsiasi altro stress che stanno provando”. Il fornitore può aiutarti a decidere la migliore linea d’azione, che si tratti di un trattamento a casa, un appuntamento di telemedicina o l’arrivo in ufficio. Qualunque cosa tu faccia, non presentarti alla clinica senza preavviso. Chiama in anticipo in modo che possano prepararsi per la tua visita.

Se tuo figlio ha bisogno di vedere un pediatra per una malattia, il fornitore può programmarti un appuntamento pomeridiano. Segui le stesse linee guida di sicurezza personale come faresti per una visita al pozzo. Incoraggia tuo figlio a tossire nel gomito o in un fazzoletto. Se tuo figlio ha uno specialista per qualsiasi condizione di base, assicurati di essere in contatto con loro e con un pediatra.

Sospetto COVID-19

Se tuo figlio ha sintomi di COVID-19, l’AAP non vuole che tu salti in macchina e guidi verso la struttura di test più vicina. Chiama in anticipo. “Se un genitore è davvero sospettoso, allora dovrebbe chiamare il proprio fornitore e chiedere una guida”, dice Kaushik. Anche se il bambino ha la febbre e la tosse rivelatrici, potrebbe non essere idoneo per il test. L’AAP consiglia a ciascun medico di utilizzare il proprio ragionamento per determinare se sottoporre a test un bambino:

Usare il giudizio clinico per determinare se sono necessari test diagnostici ed escludere altre potenziali cause di malattie respiratorie (es. influenza). Considerando quanto segue:

  • Epidemiologia locale di COVID-19
  • Decorso clinico della malattia, inclusa la presenza di sintomi (febbre, tosse, mancanza di respiro)
  • Storia di viaggi in un’area geografica interessata entro 14 giorni dall’insorgenza dei sintomi
  • Lo stretto contatto con un paziente COVID-19 confermato in laboratorio entro 14 giorni dall’insorgenza dei sintomi.

I sintomi di COVID-19 includono febbre, tosse secca e mancanza di respiro. I bambini possono anche avere mal di gola, naso che cola e problemi di stomaco. Questi sintomi possono comparire in qualsiasi combinazione, quindi può essere difficile dire se si tratta di COVID-19. Se hai dei dubbi, chiama il tuo medico. Potrebbero decidere o meno che tuo figlio debba essere sottoposto a test a seconda della disponibilità nella tua zona e di altri fattori, ad esempio se tuo figlio ha condizioni di base come l’asma o se è immunocompromesso.  Se sospetti che tuo figlio abbia il COVID-19, assicurati che si riposi molto, mangi bene e si idrati. Nella maggior parte dei casi, è tutto ciò che serve per il ripristino, quindi i test spesso non sono necessari. In tal caso, l’AAP consiglia di utilizzare un sito di test drive-through. Se devi entrare in un ufficio, aspettati di indossare una maschera medica e di essere collocato in una stanza con una porta chiusa non appena arrivi.

“Nessuna età è immune al virus”, afferma Kaushik. Alcuni bambini si ammalano gravemente e devi stare attento a osservare sintomi gravi come mancanza di respiro, respiro veloce o difficoltà respiratorie, eccessiva sonnolenza nei bambini piccoli e non mangiare, dice Kaushik. Questi sono segni che dovrebbero vedere cure mediche immediate.

Bambini che indossano maschere

In una  serie di linee guida rilasciate il 9 aprile, l’American Academy of Pediatrics ha rinviato al CDC le regole secondo cui tutti i bambini di età superiore ai due anni dovrebbero indossare maschere in questo momento quando escono, con alcune avvertenze: puoi saltare le maschere quando i bambini sono a casa, dovrebbero prendere precauzioni speciali con i bambini che hanno gravi problemi cognitivi o respiratori (incluso il monitoraggio con un pulsossimetro) e anche, un po’ confusamente, non preoccuparsi così tanto se le persone non sono in giro e i bambini possono tenere le mani su superfici spesso toccate:

Se i bambini possono essere tenuti ad almeno 6 piedi di distanza dagli altri e non essere in contatto con superfici che potrebbero ospitare il virus, non hanno bisogno di una maschera per la protezione di se stessi o degli altri.

Ad esempio, durante una passeggiata all’aperto, purché i bambini possano mantenere una distanza sociale di oltre 6 piedi e non tocchino tavoli, fontane d’acqua, attrezzature per parchi giochi o altre cose che le persone infette potrebbero aver toccato, non acquisiranno l’infezione e non servirebbero mascherine.

Altri esperti hanno sottolineato che lo scopo di indossare una maschera non è tanto quello di proteggere il tuo bambino quanto di impedire che il tuo piccolo incubatore di germi diffonda malattie. Ben il 25% dei casi di COVID-19 è asintomatico e molti di coloro che sono infetti senza sintomi sono probabilmente bambini. Per ulteriori linee guida sulle maschere, consulta i nostri rapporti qui .

Salute mentale

La cattiva salute a causa di COVID-19 non è l’unico problema che tuo figlio può sviluppare durante la pandemia. Il mondo sta vivendo vari gradi di ansia generalizzata e i bambini, che sappiano o meno cosa sta succedendo, assorbono l’umore nazionale. I bambini con problemi di salute mentale sono particolarmente sensibili e potrebbero aver bisogno di ulteriore supporto in questo momento. Il sito Web di genitorialità AAP HealthyChildren.org consiglia che sia i genitori che i bambini trovino il modo di gestire il loro stress durante uno dei momenti più stressanti della vita di tuo figlio, come mantenere un certo tipo di routine o programma, ignorando i cattivi comportamenti che non sono pericolosi, e prendersi delle pause dallo stare insieme. Se i bambini o gli adolescenti hanno paura, rafforza il fatto che la tua famiglia sta intraprendendo azioni positive come il distanziamento sociale per proteggere te stesso e gli altri.

Se tuo figlio ha già problemi di salute mentale o qualche tipo di disabilità mentale o intellettuale, rivolgiti al tuo specialista. Assicurati di avere abbastanza farmaci di cui potresti aver bisogno. Se hanno una condizione come l’ADHD, dovrebbero continuare a prendere le medicine anche se non sono a scuola.

Assicurati di gestire anche il tuo stress. I bambini possono essere molto. Sviluppa meccanismi di coping e verifica con te stesso quali battaglie vale la pena combattere. Perché staremo qui per un po’.

Come i genitori più intelligenti d’America affrontano il blocco del coronavirus

Cari genitori in quarantena per coronavirus, ora avete un solo lavoro