in

Lo stato del finanziamento dell’istruzione speciale IDEA mostra che i legislatori non danno priorità ai bambini

IDEA, o Legge sull’istruzione degli individui con disabilità, aiuta i bambini con difficoltà di apprendimento a prosperare in classe. Inoltre, non è mai stato completamente finanziato.

Nel 1975, l’allora presidente Gerald Ford firmò l’Education for All Handicapped Children Act, che è stato successivamente modificato e rinominato come Individual with Disabilities Education Act. IDEA , come è noto, è una formula di sovvenzione in più parti ( A, B, C e D ) che mette a disposizione degli Stati fondi per fornire una buona istruzione ai bambini con disabilità e finanzia i programmi di educazione speciale quei bambini richiedere. Nel disegno di legge di autorizzazione , è stato affermato che il governo federale avrebbe fornito circa il 40 percento dei finanziamenti per il programma e che ogni stato avrebbe dovuto fornire il successivo 60 percento di detto finanziamento. 

Allo stato attuale, i finanziamenti IDEA sono ai minimi mai registrati. Questa è una vergogna. 

IDEA, per tutti i suoi benefici, in realtà non è mai stato completamente finanziato sin dal suo inizio. Questo perché c’è una differenza tra ciò che è “autorizzato” e ciò che è “appropriato”. Il disegno di legge — che è stato riautorizzato nel 2004 e modificato attraverso l’ Every Student Succeeds Act nel 2015 — fornisce la formula per il finanziamento completo, un calcolo basato su quanti studenti vivono in un dato stato, tra gli altri fattori. Ogni stato usa la propria formula. Oggi, IDEA serve oltre sei milioni di bambini in tutto il paese e nel 2017 è stata finanziata solo per circa 12 miliardi di dollari, pari a circa il 14,6% del costoessere raccolto dal governo federale, ben lontano dal loro impegno del 40 percento. Per questo motivo, gli stati sono lasciati a fare come possono. 

Ciò che è appropriato, d’altra parte, è ciò che viene dato al programma ogni anno nel processo di bilancio annuale. Ciò significa che mentre altri programmi come Social Security e Medicaid , che sono obbligatori dal punto di vista del budget e crescono automaticamente ogni anno in dollari reali, IDEA languisce come parte del secchio dei fondi “discrezionali”. Lì, è limitato dai limiti di budget e dalla lotta per i soldi in una piccola torta di fondi. (Altri programmi che vivono in questo secchio includono l’Assistenza temporanea per le famiglie bisognose [TANF], il Programma di assistenza nutrizionale supplementare (SNAP) e, in realtà, gran parte del budget federale per l’istruzione. Non un solo dollaro del budget K-12 proveniva da fondi obbligatori per l’anno fiscale 2019; il tutto è stato stanziato annualmente. 

“Il processo di bilancio federale svantaggia i bambini”, afferma Rachel Merker , direttore della politica e della ricerca presso First Focus on Children, un think tank bipartisan che studia come il governo federale finanzia i bambini americani. “Strutturamente, quando programmi come IDEA escono dalla parte discrezionale del budget, sono soggetti a un processo di stanziamenti annuali e vengono schiacciati da altri programmi. Se il congresso volesse finanziare completamente IDEA, non rimarrebbero soldi per altri programmi. Il governo federale deve aumentare le dimensioni della torta discrezionale in modo che programmi come questo possano essere finanziati senza tagliare altri programmi che supportano la salute, il benessere e l’istruzione dei bambini”.

In altre parole, se IDEA Funding fosse dalla parte obbligatoria del budget – o se più soldi fossero incanalati nel budget discrezionale in generale – i politici e i decisori politici non dovrebbero scegliere quali programmi essenziali per i bambini vogliono risparmiare . 

“I programmi fondamentali e importanti per i bambini, tra cui IDEA, sono fatti per lottare per un pezzo di torta sempre più piccolo in una torta che le dimensioni non cambiano mai o, a volte, si restringono. A prima vista, sembra che il governo federale non dia priorità al benessere dei bambini”, aggiunge Merker. 

Come risultato di questo deficit di finanziamento, gli stati, tenuti a educare ogni studente, devono trovare modi per finanziare i propri programmi di educazione speciale e insegnanti. La maggior parte degli studenti con disabilità oggi trascorre la maggior parte del tempo nelle aule di istruzione generale e sono iscritti a un numero più alto che mai e si diplomano alle scuole superiori e all’università a tassi record. Mentre il numero di studenti che si qualificano per il finanziamento IDEA è cresciuto di un quarto negli ultimi due decenni , il finanziamento di IDEA non si è mosso. Nel frattempo, i distretti sono tenuti a pagare di più il costo dell’istruzione dei propri studenti con disabilità, il tutto mentre si fissano i tagli di budget e la scarsità di risorse. 

Di conseguenza, c’è un effetto domino: i distretti, in cerca di denaro, devono incanalare fondi generali in IDEA e tagliare altri programmi come lezioni di arte e musica o licenziare insegnanti di educazione speciale e inserire bambini diversamente abili nelle aule di istruzione generale, il che non sempre servirli adeguatamente. Di conseguenza, i distretti scolastici non sono in grado di concedere aumenti agli insegnanti o investire in classi più piccole, risorse in classe o pagare adeguatamente gli insegnanti di educazione speciale.

“Se non stai fornendo fondi adeguati per IDEA, stai anche abbassando la qualità dell’istruzione per ogni studente. Dovranno comunque sostenere i costi dell’istruzione degli studenti più costosi, ma non riceveranno finanziamenti adeguati, quindi non solo la popolazione target, ma anche tutti gli studenti verranno sottratti”, afferma Drew Aherne, il vicedirettore delle politiche pubbliche di First Focus. 

Ma non ci sono solo cattive notizie per i ragazzi che sono aiutati da IDEA. In effetti, Aherne indica il “Keep Our Pact Act” – che è stato introdotto dal senatore democratico del Maryland Chris Van Holland e dal rappresentante democratico degli Stati Uniti Susie Lee dal Nevada – che richiederebbe che il governo federale rispetti il ​​suo budget autorizzato non solo per Programma IDEA, ma anche finanziamento Titolo I , che è il finanziamento federale per le scuole più povere del Paese. Il disegno di legge è stato presentato nel dicembre dello scorso anno e da allora non è andato da nessuna parte. 

Allo stato attuale, i finanziamenti IDEA sono ai minimi mai registrati. Forse un giorno il governo federale manterrà la sua promessa agli studenti delle scuole pubbliche americane – ma fino a quel momento, i governi statali faranno fatica a sostituire i finanziamenti che il governo federale non sta dando loro a spese dei bambini americani mentre il budget federale continua a gonfiarsi, e depriorizzare, gli stessi ragazzi che il governo afferma di servire. La storia non è nuova. È tipico. Ma è, francamente, ripugnante. 

Smetti di spendere soldi per l’arredamento della scuola materna

Gli unici traguardi di 3 mesi che contano