in

Latte: qual è il migliore per te e per i tuoi figli?

Saluti, amici!

Con la crescente attenzione alla vita vegetale in avanti e così tante alternative al latte a base vegetale sul mercato, i clienti e gli intervistatori dei media mi chiedono spesso la mia opinione sul latte vaccino e se raccomando intero, magro o scremato .

La verità è che mi sentirei perso ogni giorno senza latte vaccino intero nel mio tè o caffè mattutino e in una tazza, calda o fredda prima di andare a letto. Sì, intero! In qualità di dietista che crede nei benefici per la salute e l’ambiente di uno stile di vita orientato alle piante, mi piace che ci siano così tante opzioni di latte a base vegetale disponibili e ne bevo regolarmente molte. Eppure, da molti anni ormai, ho quasi sempre avuto un litro di latte vaccino intero da una fattoria locale nel mio frigorifero in un dato momento e ho offerto ai miei figli latticini interi.

È interessante notare che ho una figlia che beve latte intero con almeno due pasti al giorno, un’altra che può prenderlo o lasciarlo e un’altra che preferisce fortemente il latte di soia e / o di mandorle.

Il latte vaccino stesso è un focolaio di miti nutrizionali, idee sbagliate e disinformazione. Anche la parola “latte” è attualmente oggetto di un grande dibattito tra le industrie che non sono d’accordo su quali bevande dovrebbero essere in grado di mettere la parola “latte” sulla loro etichetta.

Dal punto di vista dei nutrienti, il latte vaccino offre una miscela ben bilanciata di macronutrienti (proteine ​​di alta qualità, carboidrati, grassi) così come 9 nutrienti essenziali e senza zuccheri aggiunti. È un’importante fonte alimentare di calcio e vitamina D che sono nutrienti chiave per i bambini e necessari per la loro crescita, il corretto sviluppo delle ossa e la salute generale. Anche il latte di soia fortificato normale e non zuccherato è un’ottima opzione che offre un profilo nutritivo molto simile a quello del latte vaccino.

Se ti piace il latte vaccino e lo tolleri bene, dovresti scegliere a basso contenuto di grassi, scremato o intero? Quale dovresti dare ai tuoi figli? Le raccomandazioni stanno cambiando, il che può creare confusione. Ecco perché:

Attualmente:

  • L’ American Academy of Pediatrics (AAP) e l’American Heart Association (AHA) raccomandano da tempo che ai bambini di età superiore ai 2 anni e ai bambini a rischio di sovrappeso e obesità vengano somministrati latticini a basso contenuto di grassi o scremati e che tutti i bambini allattati al seno ricevere integratori di vitamina D a partire da pochi giorni dopo la nascita fino a quando non bevono circa 2 tazze di latte intero al giorno a 1 anno di età.
  • Nell’ambito di uno stile di vita sano che riduce il rischio di malattie cardiache, l’ AHA consiglia di scegliere prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi ea basso contenuto di grassi.
  • L’ indennità dietetica raccomandata (RDA) per la vitamina D è di 600 UI al giorno da fonti alimentari o integratori per persone di età compresa tra 1 e 70 anni.

Nuova ricerca:

  • Recenti studi scientifici hanno iniziato a porre la questione se i latticini senza grassi e poveri di grassi abbiano l’effetto benefico sul peso e sullo stato della vitamina D che una volta pensavamo.
  • Alcuni studi hanno scoperto che l’assunzione di latte a basso contenuto di grassi è associata a livelli più elevati di grasso corporeo e BMI nei bambini , rispetto a coloro che bevono latte intero.
  • In altri studi recenti, i bambini che bevevano latte intero avevano livelli ematici di vitamina D più elevati rispetto a quelli che bevevano latte magro.
  • I latticini integrali potrebbero non avere l’effetto negativo sulla salute cardiovascolare che una volta pensavamo. Dai un’occhiata a questo recente studio !

La ricerca emergente a sostegno dei potenziali benefici per la salute del latte intero ha senso. La vitamina D è una vitamina liposolubile, il che significa che ha bisogno del grasso per essere assorbito dal corpo. Il latte intero fornisce non solo la vitamina D ma anche la sostanza nutritiva che lo rende biodisponibile. Il grasso è anche nutriente soddisfacente. Forse è associato in studi recenti a un BMI e grasso corporeo più bassi perché soddisfa l’appetito e riduce l’eccesso di cibo.

Conclusione: in ogni caso, quando lavoro con i clienti individualmente, consiglio alle persone di considerare il latte vaccino e le alternative al latte vegetale come una questione di bisogni nutrizionali, preferenze di gusto, sensibilità alimentare e allergie. Per molte persone (me compreso!) I latticini integrali si adattano bene al contesto di una dieta prevalentemente vegetale. La chiave è considerare la dieta nella sua interezza e decidere quale tipo di latte si adatta meglio alle tue esigenze ea quelle della tua famiglia. Ad esempio, se la tua dieta quotidiana è ricca di fonti di grassi saturi come carne di manzo, pancetta e burro, il latte intero probabilmente non è una scelta saggia perché inclina l’assunzione di grassi saturi in un intervallo non ottimale. Se mangi principalmente piante, l’assunzione di grassi saturi è probabilmente inferiore, il che lascia più spazio per il contenuto di grassi saturi nei latticini interi.

Se preferisci optare per un’alternativa al latte a base vegetale, scopri di più sulle numerose opzioni disponibili qui .

Amo aiutare le persone a raggiungere uno stile di vita nutrizionale equilibrato, prevalentemente vegetale, soddisfacente, delizioso e conveniente. Il giusto equilibrio per me e la mia famiglia è circa il 70-80% di origine vegetale, con il restante 20-30% composto da latticini, frutti di mare, pollame e occasionalmente un po ‘di carne rossa. Quale rapporto funziona per te e per i tuoi? Mi piacerebbe sentire! Commenta di seguito …

5 miti sull’alimentazione … distrutti!

Che succede con le diete alla moda?