in

Genitori, istruzioni per l’uso: i corsi che aiutano a svolgere il mestiere più difficile della vita

Decidere di mettere al mondo dei figli è una delle scelte più felici che si possano compiere, ma questa decisione porta con sé anche una lunga serie di dubbi e incertezze. Niente e nessuno può preparare a quello che verrà dopo, e stabilire a priori una strategia genitoriale risulta oltremodo complicato.

Confrontarsi con altre mamme e altri papà è fondamentale, aiuta a sentirsi meno soli e a capire anche come altre persone affrontano alcune problematiche che si manifestano nelle differenti età del bambino. Ma per meglio gestire le principali difficoltà che si incontrano durante il cammino, i corsi per genitori rappresentano davvero un’ancora di salvezza, specialmente quando si è alla prima esperienza.

Genitori e vita di coppia

Quello che di solito spaventa, nella maggior parte dei casi, è la paura di perdersi e annullarsi come coppia. Essere genitori è un impegno totalizzante, e a volte ci si dimentica che quel piccolino è il frutto dell’amore che si prova l’uno per l’altra.

Avere un bambino non vuol dire “dimenticarsi si sé” o dell’altro, un figlio è semplicemente l’espressione dell’unione che c’è tra due persone, ma non bisogna trascurare in alcun modo l’amore, né la passionalità.

È necessario gestire questo nuovo capitolo della vita di coppia con consapevolezza e supporto reciproco, in modo che la mole di impegni non vada a pesare sulla relazione. È molto importante partire da questo, per creare un ambiente sereno, anche per il bambino, che percepisce ogni tipo di cambiamento e di “malumore” da parte di mamma e papà e può reagire a sua volta manifestando dei malesseri che possono risultare davvero complicati da gestire.

Vita serena sonno felice

Il primo disturbo che può manifestarsi riguarda il sonno, il piccolo si sveglia durante la notte, attorno a lui non c’è un ambiente sicuro e familiare, e allora ecco che l’addormentamento tarda ad arrivare. Quando il bambino prende sonno molto tardi, o si sveglia di notte, ovviamente anche i ritmi dei genitori vengono alterati.

Questo è forse il problema che accomuna la maggior parte dei neo genitori, ma per risolverlo ci vogliono tanta pazienza e soprattutto positività. L’alternarsi di momenti sonno-veglia è perfettamente normale, alcuni bambini si svegliano più spesso, altri meno, alcuni ancora quando sono svegli non piangono neanche, e si riaddormentano senza sentire il bisogno di essere cullati.

Niente paura

Quando si manifestano problematiche come questa, che sono comunque perfettamente normali, quello che conta è l’approccio: tutto si risolve e tutto passa, non c’è dubbio su questo.

Ricordiamoci sempre che per i neonati è tutto nuovo e diverso, i loro ritmi vitali sono differenti da quelli degli adulti, e c’è sempre un periodo di adattamento, sia da parte dei bimbi che dei genitori.

È bene tenere sempre presente, comunque, che la nascita di un figlio è un momento emozionante e pieno di gioia, e tutte le eventuali difficoltà che ne derivano e che verranno in futuro, non saranno in grado in alcun modo di annullare tutto questo. Crescere insieme sarà un’esperienza bellissima!

Ricetta per opuscoli ripieni di sobrasada, formaggio e miele

Bambino Soffoca Durante L'allattamento

15 Attività Di Gestione Della Rabbia Semplici Ed Efficaci Per I Bambini