in

Fumare erba fa davvero male allo sperma? Ecco cosa dice la scienza

Un nuovo studio si aggiunge a un numero crescente di prove che la marijuana ha un grave impatto sulla salute degli spermatozoi. Ecco cosa devono sapere gli aspiranti papà.

Gli uomini che sperano di diventare papà e occasionalmente fumano marijuana spesso si chiedono: “L’erba influisce sullo sperma?” Ma poi si dimenticano e tornano a guardare i cartoni animati.
Bene, nel tuo lunedì mattina, in stato di sobrietà, è naturale ricordare la questione fondamentale degli effetti della marijuana sullo sperma. I tuoi nuotatori tendono a perdere la concentrazione dopo aver fumato il tabacco stravagante, come fai tu? Oppure continuano a combattere, a spazzola e in sintonia, alla ricerca del Grande Uovo, indipendentemente dal numero di lacerazioni del bong? Mentre un numero crescente di ricerche collega l’ uso eccessivo di marijuana all’infertilità maschile e al desiderio di vermi gommosi, un nuovo studio suggerisce che potrebbero esserci altri rischi più gravi.
Mentre gli uomini che si sballano possono essere in grado di concepire con i partner,l’uso di cannabis può anche aumentare il rischio di autismo del loro bambino . Questi risultati sollevano importanti domande per le coppie che cercano di diventare genitori. E mentre c’è ancora molto da scoprire, ci sono vere domande sulla sicurezza dell’uso di marijuana tra i futuri padri, anche in piccole quantità. Prima della ricerca attuale, le domande su sperma e marijuana erano per lo più legate alla fertilità e il consenso medico e scientifico è che se una coppia ha problemi a rimanere incinta, ehi, prova la vita sobria per alcuni mesi. (E no, ” California Sober ” non conta.) “Tutto quello che possiamo dire è che i tuoi nuotatori potrebbero non essere sani come potrebbero essere se non avessi marijuana nel tuo sistema”, dice Jamin Brahmbhatt , un urologo e esperto di salute sessuale presso Orlando Health a cui non dispiace usare il termine “nuotatori” in un contesto professionale. “Per i miei pazienti con infertilità maschile, consiglio di interrompere la marijuana per massimizzare la fertilità”, dice.

La relazione tra marijuana e fertilità

I medici sconsigliano l’uso della cannabis per gli uomini che cercano di concepire perché non stanno solo cercando di assottigliare il loro ronzio; studi hanno mostrato un effetto distinto sullo sperma. L’uso pesante riduce il numero di spermatozoi, diminuisce la motilità degli spermatozoi (fondamentalmente, la loro capacità di divincolarsi verso un uovo) e aumenta la malformazione degli spermatozoi, trasformandoli essenzialmente in giocatori che vivono nel seminterrato che non troveranno un percorso di carriera fino ai 30 anni. Ovviamente, ciò non significa che l’erba renda inevitabilmente lo sperma completamente inutile – generazioni di gravidanze adolescenziali suggeriscono esattamente il contrario – ma per gli uomini che cercano il miglior colpo con il loro colpo, vale la pena ripulire il proprio atto. Tuttavia, se non stai cercando di mettere incinta il tuo partner, buone notizie! La marijuana in piccole dosi può combattere la disfunzione erettile e aumentare la libido femminile, rendendo più facile avere rapporti sessuali migliori e la pizza di mezzanotte.

L’effetto della marijuana sullo sperma

Se questo nuovo studio è indicativo, l’effetto dell’erba sugli spermatozoi potrebbe avere un impatto maggiore di quanto si pensasse in precedenza. “Siamo rimasti sorpresi di trovare questa significativa associazione tra l’uso di marijuana negli uomini e i cambiamenti in questo gene implicato nell’autismo”, afferma la coautrice dello studio Rose Schrott, che era una dottoressa. studente alla Duke University al momento dello studio . Dopo aver condotto ulteriori ricerche che hanno dimostrato 177 potenziali cambiamenti genetici nello sperma di uomini che usano marijuana, Schrott ha deciso di concentrarsi su quei geni specifici. Utilizzando 24 uomini, 12 utenti e 12 non utenti, modelli animali e analisi dell’intero genoma dell’attività di segmenti di DNA, hanno scoperto che quando gli uomini fumavano o ingerivano marijuana, la Discs-Large Associated Protein 2 o il gene DLGAP2 , ha subito una notevole metilazione. Ciò è importante perché il gene DLGAP2 identificato è fortemente associato all’autismo, alla schizofrenia e al disturbo da stress post-traumatico. “Il nostro studio iniziale è stato davvero il primo del suo genere a esaminare l’uso di marijuana negli uomini e i cambiamenti nel suo sperma, quindi non ci aspettavamo necessariamente di vedere questo gene implicato, ma è stata una scoperta  che ci siamo sentiti giustificati. dato il suo potenziale coinvolgimento nell’autismo e nella schizofrenia”, afferma Schrott.  Poiché è il primo studio di questo tipo, i risultati sono molto prospettici e devono essere duplicati con un campione più ampio prima che ci sia motivo per gli uomini di farsi prendere dal panico. “Siamo solo in grado di segnalare questa associazione presente nello sperma di uomini che fanno uso di marijuana. Quindi cosa significhi questo per i bambini, non lo sappiamo”, ammette Schrott. Jordan Tishler , un medico ed esperto di cure olistiche formato ad Harvard, crede che se i rischi del fumo di erba fossero così significativi, vedremmo gli effetti in modo più evidente nella società, e specialmente in California e in alcune parti del Greenwich Village. Questo non vuol dire che l’uso di cannabis durante il tentativo di concepire sia privo di rischi, ma questi rischi minori devono essere esaminati attentamente attraverso molti studi più formali. “Non ci sono prove che i forti consumatori di marijuana abbiano difficoltà a concepire o abbiano un aumentato rischio di bambini malati. Tuttavia, fino ad oggi non sono stati condotti studi in cerca di tali risultati”, osserva.  Si è tentati di saltare alla conclusione che l’aumento dei casi di autismo potrebbe essere attribuito alla diffusione della marijuana, poiché la sua produzione domestica è aumentata di dieci volte negli ultimi 25 anni. Tuttavia, è importante sottolineare che l’ attuale studio non collega direttamente l’uso di marijuana da parte degli uomini all’autismo nella loro prole, ma piuttosto richiede molte più ricerche sull’argomento. Fino ad allora, il rischio più grande che i potenziali papà corrono con l’erba è il senso di colpa se qualcosa va storto durante la gravidanza. Potrebbe non esserci modo di essere certi che la cannabis abbia causato il problema, ma se i genitori si sentiranno malissimo per il resto della vita del loro bambino, allora probabilmente dovrebbero prendersi una pausa dall’erba. “Se l’uomo o la coppia sono preoccupati per l’uso di cannabis durante il concepimento ed è probabile che ritengano di aver fatto qualcosa di sbagliato se hanno un figlio danneggiato”, afferma Tishler, “allora la cannabis dovrebbe essere evitata”. Quando si tratta di concepimento, non vale esattamente la pena rischiare.

Lottando per scegliere un bel nome da bambino? Ricorda che non devi. (Ancora.)

Mia moglie è incinta e io non sono pronto per essere padre. Come ci arrivo?