in ,

Dolcetti tintinnanti? Come limitare lo zucchero quando si usa il vasino?

5 consigli per tenere sotto controllo le caramelle

Affrontiamolo. Quando stai addestrando tuo figlio al vasino, puoi ricorrere a dolciumi (leggi: corruzione). Molti genitori lo fanno. Puoi offrire caramelle al cioccolato, gelatine o mini marshmallow. Qualsiasi tipo di bocconcino zuccherino può trasformarsi in un “tintinolio” – una ricompensa che dai a tuo figlio per aver usato con successo il bagno.

Ma, se segui questa strada, alla fine dovrai svezzare tuo figlio da queste prelibatezze. E ci sono modi in cui puoi aiutare il tuo bambino a passare lontano dal bisogno o dal volerlo, afferma la pediatra Amy Sniderman, MD.

“Il rinforzo positivo sotto forma di dolcetti può essere una parte efficace dell’addestramento al bagno”, afferma.

“Ma vuoi usarli solo per brevi periodi di tempo. L’utilizzo di ricompense come questo dovrebbe durare solo un mese al massimo”.

Ecco cosa dovresti considerare quando decidi come premiare i successi durante l’addestramento al bagno.

Quando puoi eliminare gradualmente i dolci?

Definisci la tua strategia di uscita prima di iniziare.

Proprio come devi leggere l’interesse e la prontezza di tuo figlio per l’ addestramento al gabinetto (in genere tra i 2 ei 3 anni), devi anche giudicare quando tuo figlio è pronto a rinunciare ai premi.

Non c’è un’età o una durata prestabilita per questo processo, dice il dottor Sniderman.

Suggerisce di tenere traccia di quanto tempo il bambino si lava in modo appropriato. Quando ti senti sicuro che lui o lei è a suo agio con il concetto, puoi iniziare a eliminare gradualmente i premi.

Cos’altro puoi offrire?

Potrebbe funzionare altrettanto bene evitare di offrire dolci fin dall’inizio. Ecco cinque opzioni da considerare:

1. Lode verbale. Invece di offrire caramelle, dai a tuo figlio molti rinforzi verbali. Dì quanto sei orgoglioso ed entusiasta del suo successo.

Mai vergognare o punire tuo figlio per il fallimento, dice il dottor Sniderman. Se c’è un incidente, dille semplicemente che può riprovare la prossima volta e apprezzerai i suoi sforzi.

2. Opzioni non alimentari. Invece di premiare il successo di tuo figlio con il cibo, dagli un adesivo o una stella d’oro su un grafico. A questa età, probabilmente risponderanno altrettanto bene a quei premi quanto al cibo, dice il dott. Sniderman.

3. Spuntini sani . Se scegli di dare una ricompensa in cibo, evita le caramelle. Salatini integrali, cracker, uvetta o anche noci (se tuo figlio non ha un’allergia alle noci) sono buone alternative. Assicurati che tuo figlio possa masticare in sicurezza ciò che offri senza rischio di soffocamento; noci e uvetta sono considerati possibili rischi di soffocamento nei bambini sotto i 3 anni.

4. Distanzialo. Evita di premiare ogni sforzo per andare in bagno limitando la frequenza con cui dai un premio. Puoi fornire un trattamento ogni due volte o aspettare che tuo figlio ne chieda uno.

5. Rendilo un gioco. Trasforma il successo della toilette in un gioco. Dì a tuo figlio che deve andare in bagno con successo due o tre volte per guadagnare una ricompensa. Nel tempo, la ricompensa svanirà nella sua importanza, afferma il dott. Sniderman.

“Fai attenzione a quando i tuoi figli ottengono costantemente successo con l’addestramento al vasino”, dice. “In quel momento puoi iniziare a eliminare gradualmente qualsiasi ricompensa.”

Indipendentemente dall’opzione scelta, assicurati di limitare la quantità di zucchero che il tuo bambino che si allena al bagno riceve ogni giorno.

“Secondo l’American Heart Association, un bambino di età superiore ai 2 anni non dovrebbe mangiare più di 6 cucchiaini o 25 grammi di zucchero al giorno – in realtà è solo una tazza di succo di mela “, dice.

La fata del sonno e altri trucchi per aiutare il tuo bambino a dormire

Come superare le abitudini alimentari esigenti di tuo figlio