in

Come posso sapere quando il mio bambino è stanco?

La risposta breve di un pediatra

D: Come posso sapere quando il mio bambino è stanco?

R: I genitori a volte possono notare la differenza nei pianti del loro bambino. Uno significa stanco e un altro significa affamato, per esempio. Ma il motivo della pignoleria non è sempre ovvio.

A volte i genitori si sentono frustrati quando il loro bambino sembra piangere per il cibo ma si rifiuta di mangiare. Questo può essere un segno che il bambino è effettivamente stanco, non affamato.

Altri segni che il tuo bambino è stanco includono:

  • Difficile calmarsi.
  • Inarcando indietro.
  • Allontanarsi dagli stimoli, inclusi il seno, il biberon, il suono o le luci.
  • Sudorazione (perché l’ormone dello stress cortisolo aumenta con la stanchezza).

D’altra parte, se il tuo bambino pignolo fa le radici o si gira verso il tuo seno, è probabile che la fame sia la causa dell’angoscia.

Per evitare che il bambino si stanchi eccessivamente, mettilo a terra per un pisolino non appena noti segni di sonnolenza, come lo sfregamento degli occhi e le palpebre cadenti.

Quanto dovrebbe dormire il tuo bambino varia in base all’età:

  • I neonati possono dormire 20 ore su 24 ed essere svegli solo per incrementi di 45 minuti.
  • Entro i 4 mesi, i bambini di solito dormono dalle 10 alle 12 ore di notte (svegliandosi una o due volte per mangiare) con da tre a cinque ore di sonnellini durante il giorno.
  • Da 6 a 9 mesi, di solito smettono di svegliarsi per nutrirsi di notte.
  • Entro 9 mesi, il pisolino inizia ad accorciarsi.

C’è una serie di abitudini di sonno “normali” e tutti i bambini sono diversi. Ma mantenere i bambini su un normale programma sonno-veglia li aiuterà ad addormentarsi meglio, a rimanere addormentati e a non stancarsi troppo.

I disturbi del sonno colpiscono anche i bambini: cosa puoi fare

I 6 modi migliori per stancare il tuo bambino (e 3 cose da NON fare)