in ,

Come guidare i tuoi figli attraverso il campo minato del sexting

Lo studio mostra che la pratica è in aumento tra adolescenti e preadolescenti

Il sexting – l’invio di video, immagini o messaggi sessualmente espliciti tramite messaggi di telefono cellulare – è diventato più comune tra gli adolescenti, secondo uno studio recente .

I ricercatori hanno analizzato i dati di 39 studi di sexting precedentemente pubblicati con un totale di 110.380 partecipanti, di età compresa tra 11 e 17 anni, con un’età media di 15 anni.

Hanno scoperto che la prevalenza del sexting giovanile era più alta negli studi più recenti.

Altri risultati hanno mostrato che un adolescente su sette, o il 14,8 percento, ha riferito di aver inviato sesti e uno su quattro, o il 27,4 percento, afferma di aver ricevuto messaggi di sesso.

Lo studio ha anche notato che il sexting aumentava man mano che gli adolescenti invecchiavano.

Di particolare preoccupazione, affermano i ricercatori, è che circa il 12% dei sesti è stato inoltrato senza consenso, che hanno definito “preoccupante”. Quando il sexting è forzato o quando i sexting vengono condivisi senza consenso, può portare a molestie da parte di amici, cyberbullismo o ricatti.

quanto sexting

Mentre ricerche precedenti hanno suggerito che il sexting è un predittore del comportamento sessuale e può essere associato ad altri comportamenti rischiosi, i ricercatori teorizzano che il sexting giovanile possa essere una parte emergente – e potenzialmente normale – del comportamento e dello sviluppo sessuale dei giorni nostri .

Questo studio è il primo a esaminare la quantità di sexting in corso, affermano i ricercatori, aggiungendo che sono necessarie ulteriori ricerche per identificare chi potrebbe essere soggetto a sext senza il consenso dell’altra persona, nonché se le campagne educative e le politiche legali possono diminuire o eliminare il sexting non consensuale da parte dei giovani.

I bambini di oggi hanno in genere uno smartphone quando hanno 10 anni, dicono i ricercatori. Tuttavia, secondo lo studio, esiste una conoscenza limitata del sexting nei giovani di età inferiore ai 12 anni.

Sintonizzati sull’uso del telefono dei tuoi figli

Lo studio illustra la necessità per i genitori di parlare presto con i propri figli del sexting, afferma la psicologa infantile Kate Eshleman, PsyD. Non ha preso parte allo studio.

I genitori che desiderano aprire la conversazione dovrebbero mirare a un tono neutro ponendo domande ampie, raccomanda il dott. Eshleman.

Piuttosto che vietare il sexting, discuti le possibili conseguenze, come non essere in grado di impedire che i messaggi vengano inoltrati. Puoi anche aiutare i tuoi figli parlando di strategie per resistere alla pressione di fare qualsiasi cosa che li faccia sentire a disagio, dice.

È anche importante che i genitori siano in sintonia con le abitudini dei loro figli e adolescenti sui cellulari, afferma il dott. Eshleman.

“Il mio consiglio per i genitori è di essere sempre consapevoli di ciò che stanno facendo i tuoi figli”, dice.

“Man mano che i bambini crescono, richiedono e meritano un certo livello di privacy, ma è sempre importante che i genitori sappiano cosa sta succedendo nella vita dei loro figli e il tipo di informazioni che condividono con gli altri”.

I risultati dello studio sono apparsi di recente sulla rivista JAMA Pediatrics .

Cosa dovresti fare quando tuo figlio si rifiuta di fare la cacca?

Cosa fare se tuo figlio scheggia, allenta o perde un dente?