in

Allenamento in gravidanza: 3 esercizi utili

La gravidanza è un momento davvero speciale nella vita di una donna e modifica profondamente il corpo, mese dopo mese.

Gli organi interni si spostano per ospitare il feto che cresce nell’utero materno e ciò comporta un maggior dispendio di ossigeno, necessità nutritive diverse ma anche diverse problematiche, per esempio a livello posturale così come alla circolazione sanguigna, specie durante l’ultimo trimestre.

Per alleviare e contrastare alcuni disturbi è possibile ricorrere a una regolare attività fisica: la donna in gravidanza, infatti, non dovrebbe affaticarsi ma nemmeno sostenere una vita troppo sedentaria.

Una ginnastica mirata e adeguata al trimestre di riferimento aiuta a mantenere tonici i muscoli e a ottimizzare circolazione e metabolismo, per arrivare al momento del parto sentendosi comunque in forma.

Rimanere in forma con il pilates

Una delle attività più amate dalle future mamme è senza dubbio il pilates, molto gettonato anche perché si ha la sicurezza di essere adeguatamente seguite da un istruttore durante lo svolgimento degli esercizi.

Il pilates permette di tonificare la muscolatura e migliorare la respirazione, quindi l’ossigenazione naturale del sangue, così come la circolazione.

Si tratta quindi di una pratica ideale per la donna in gravidanza, che potrà in questo modo ritrovare l’armonia e l’equilibrio con il proprio corpo, in costante evoluzione con il passare dei nove mesi.

Gli esercizi più semplici vengono svolti su un apposito tappetino denominato mat: dai piegamenti all’utilizzo di accessori adeguati per fare stretching, ogni movimento è finalizzato ad apportare specifici miglioramenti all’organismo.

Talvolta nel corso dell’allenamento può essere necessario ricorrere ad attrezzature specifiche, come per esempio la sedia, che consente di concentrare l’allenamento sulle gambe tramite appositi pedali, oppure il barile, che interviene sulla colonna vertebrale, o ancora il reformer, vale a dire un lettino scorrevole con cui è possibile allenare contemporaneamente gli arti superiori e inferiori.

I benefici degli sport acquatici in gravidanza

In acqua, il peso corporeo si percepisce molto meno ed è per questo che, soprattutto nell’ultimo trimestre, molte donne in gravidanza amano mantenersi in forma in piscina, praticando nuoto oppure aquagym.

Il nuoto, in particolare, aiuta a rilassare la muscolatura senza sottoporla a sforzo eccessivo e al tempo stesso si rivela un ottimo esercizio cardiovascolare, sempre auspicabile durante i nove mesi di gestazione.

L’acquagym è molto apprezzata anche perché è un’attività di gruppo, che nei corsi dedicati alle gestanti favorisce l’interazione fra le future mamme. Si tratta di una disciplina che prevede lo svolgimento in acqua di diverse tipologie di esercizi, che possono andare dalla semplice camminata ai piegamenti per rinforzare e rassodare glutei, cosce e braccia.

Naturalmente, è bene ricordare che si tratta di un tipo di ginnastica aerobica che, oltre a far bruciare molte calorie, porta a far perdere una certa quantità liquidi, motivo per cui è sempre consigliabile idratarsi correttamente sia prima che dopo l’allenamento.

Alleviare lo stress grazie allo yoga

Un’altra disciplina molto amata dalle donne in gravidanza è senza dubbio lo yoga, pratica che va a impattare positivamente sul benessere psico-fisico individuale. Si tratta di una pratica consigliata per accompagnare tutto il periodo della gestazione, perfetta per ridurre lo stress che può raggiungere livelli piuttosto elevati nel corso dei 9 mesi.

Più nel dettaglio, lo yoga prevede che venga praticato esercizio fisico assumendo determinate posizioni, note con il termine tecnico di asana, in grado di portare benefici importanti principalmente al sistema nervoso, alla postura e alla respirazione.

Ogni posizione richiede un particolare livello di esperienza per essere appresa e messa in pratica correttamente: nel corso della gravidanza, dunque, sarà opportuno esercitarsi assumendo solo asana semplici, andando a prediligere quelli più indicati per accompagnare il periodo della dolce attesa. Il consiglio, a questo proposito, è di orientarsi principalmente sulle posizioni in grado di migliorare la circolazione e ridurre i dolori alla schiena.

 

 

 

Un nuovo dispositivo potrebbe essere il giusto trattamento per l’ADHD per il tuo bambino?

Semplifica il pranzo al sacco: idee per scatole di Bento facili per bambini