in

Attenti al dito


Ciuccio e dito sono nemici del palato e di una corretta dentizione. Ma è vero? Di leggende metropolitane se ne sentono davvero molte, dove sta la verità?

Davide non ha mai voluto il ciuccio. E lo sapete ormai tutte. All’inizio ne ero felice perché non mi sono mai piaciuti i bambini che succhiano il ciuccio.
Ma come in moltissime altre situazioni, ho cambiato parere 🙂

Advertising

Infatti, il fatto che Davide non abbia mai voluto il ciuccio mi ha creato qualche problema, visto che non ne ha mai voluto sapere nemmeno del biberon. Senza contare che il ciuccio è davvero un grande aiuto e conforto (non per niente in inglese si chiama “pacifier”) per i nostri piccoli: è veramente un oggetto consolatorio efficacissimo.

Ma siccome qualcosa sti marmocchi in bocca lo vogliono comunque, Davide si succhia il dito: il pollice della mano sinistra per essere precisi.
A pochi mesi ha iniziato a succhiarsi tutte e due le manine. Se le metteva in bocca entrambe. Poi una sola, poi un po’ di dita… fino a che le dita non ci stavano più e ne è rimasto solo uno, il pollice appunto.

Lunedì scorso sono stata a una festa di compleanno (un anno) di un amichetto di Davide e quindi eravamo un po’ di mamme con bimbi tutti sotto i due anni. Si è scatenato l’inferno: chi diceva che era meglio il ciuccio, chi che era meglio il dito.

Ho sentito storie raccapriccianti (palati squarciati, denti mai spuntati oppure caduti anzitempo, incisivi da coniglio e chi più ne aveva più ne metteva) sia su chi usava il ciuccio sia su chi ciucciava il dito. E allora!??!?!?!?

Quali sono i rischi che si corrono veramente? E’ giusto cercare di togliere questo “vizio” del dito in bocca? O come per altre cose (il seno, la mania di mettere in bocca, il gattonare ecc.) c’è un momento in cui capiscono da soli e smettono?

AIUTO!

Advertising

What do you think?

Advertising
Advertising

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Advertising

Laviamo i dentini

Dermatite e intolleranze nei bambini