in

Laviamo i dentini


Si legge in giro comunemente che è opportuno iniziare a lavare i denti ai piccoli intorno ai due anni. Non se ne capisce la ragione, visto che i denti si usano e si sporcano già molto prima.

Adesso vi faccio ridere. Davide ha tagliato la gengiva col suo primo dentino (incisivo inferiore sinistro) il 14 febbraio 2006. Giorno che ricordo perfettamente perché, oltre ad essere san Valentino, era il giorno in cui compiva sei mesi e io avevo deciso – granitica come quasi sempre – di iniziare lo svezzamento.
Beh, da quella sera ho iniziato a lavargli quel risino bianco che spuntava sotto le labbrucce. Ho comprato uno spazzolino piccolo, ho usato il dentifricio per i bimbi (che avevo avuto in omaggio a una fiera e che uso ancora!) e via così.

Advertising

Avevo il terrore che venisse il momento in cui non sarei riuscita a fargli lavare i denti da solo e quindi volevo che si abituasse fin da subito al fatto che dopo mangiato bisogna sempre pigliare spazzolino e dentifricio e lavarsi i denti.

Credo che questa igiene dentale maniacale sia nata da un trauma preciso. Un mio compagno dell’asilo, Francesco, aveva tutti i dentini da latte neri e cariati. Oltre ad essere orribile, lo prendevamo tutti in giro perché faceva fatica a mangiare – non aveva ancora i definitivi – e per i suoi denti “come la maglia della Juventus”. Sapete bene quanto sanno essere spietati i bambini.
Francesco oggi è pelato come un uovo ma ha una dentatura più che normale, segno che comunque i denti finali sono cresciuti sani e puliti.

Voi che fate? Glieli lavate sempre? Da che età? Perché si consiglia (anche sull’ottimo sito www.pediatriaonline.it) di cominciare dai due anni? Quali sono le controindicazioni per il “prima”?

Advertising

What do you think?

Advertising
Advertising

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Advertising

Chi è andato a scuola natura?

Attenti al dito