in

Iscrizioni all'asilo


Ma come è questa storia delle iscrizioni all’asilo? C’è una differenza tra asili statali e comunali che determina modalità di iscrizione diverse. Voi come avete fatto?

Non so come ma Davide ha già 28 mesi. Il tempo vola e i bimbi crescono ed è già ora di pensare all’asilo. Abitando in una grande città c’è il vantaggio di avere tante strutture a disposizione ma lo svantaggio di dover sottostare a procedure burocratiche complesse e per le quali spesso le informazioni non sono così chiare.
Dunque, pare che per quel che concerne gli asili comunali sia il comune stesso ad inviare a casa la documentazione, invitando a contattare un numero verde per prendere appuntamento e compilare con loro la domanda. Questo dovrebbe essere in gennaio. Nella domanda puoi segnalare tre preferenze.

Advertising

Per gli asili statali invece, devi andare tu spontaneamente a iscriverlo.

La cosa sconcertante è che comunque non hai la certezza che il tuo piccolo sia preso fino – casi estremi – anche giugno, luglio dell’anno prossimo.

Sono in ambasce. Voi come avete fatto? Cioè, avete privilegiato qualche criterio oltre alla vicinanza? E come si fa a capire se un asilo è buono o no?

Advertising

What do you think?

Advertising
Advertising

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Advertising

Non riesco a dimagrire

La mensa dell'asilo